TARTUFI DI PANDORO: BONBONS DEL RICICLO

la ricetta dei tartufi di pandoroBuongiorno amici di Un’americana tra gli orsi e buon 2019! E’ tantissimo che manco dalla mia cucina virtuale ma  credetemi, ho cucinato e anche tantissimo! E’ stato un periodo intenso e strano. Mi sento un po’ svuotata e non riesco a trovare il tempo ne le energie per curare le mie passioni come vorrei. Non voglio impormi propositi per questo nuovo anno, perché in passato li ho troppo spesso disattesi. Voglio solo impegnarmi ad “ascoltare” di più me stessa e ciò che il mio cuore e il mio corpo mi dicono. Tutto qua. Niente andrò in palestra, mi metterò a dieta, diventerò più ordinata… Niente di tutto questo. Solo l’ascolto silenzioso e attento del mio io, il cui valore devo imparare a cogliere nella sua essenza. Come farò non lo so, ma so che è giunto per me, il tempo  di provarci.

Questi Tartufi di Pandoro fanno parte del percorso di ascolto di cui vi parlavo. Sì, perché nella loro semplicità rappresentano la voglia di tornare alle radici delle cose. Rappresentano la voglia di imparare a riciclare il cibo e a farne qualcosa di buono ma anche di bello, perché secondo me, l’occhio vuole la sua parte, sempre. In realtà questa sarebbe una non ricetta facilissima e nemmeno particolarmente originale, perché di tartufi fatti con il pandoro oppure con il panettone ce ne sono tantissimi nel web. Quelli della mia bravissima e dolcissima amica Francesca, del blog Polvere di Spezie sono stupendi e sono stati la mia ispirazione. Potete trovare la sua video ricetta qui. Beh, ora nel web ci sono anche i miei e spero che piaceranno a qualcuno! Ascoltando me stessa, ho capito che devo buttarmi di più, avere meno timore, anche nelle cose piccole, come proporre delle ricette apparentemente banali, che magari saranno utili per qualcuno. Se anche solo una persona rifarà i miei Tartufi di Pandoro, sarà stato un successo per me, perché la condivisione delle ricette è ciò che ispira il mio stare qui e non devo dimenticarlo mai…Ascoltati Mary, ascoltati!

Ora amici, vi lascio la mia non ricetta dei Tartufi di Pandoro, deliziosi bocconcini che si preparano in una manciata di minuti. Non sono troppo dolci e sono ideali da servire con il caffè, per un dopo pasto chic e goloso. Per ora potete usare gli avanzi di pandoro, superstiti delle feste appena passate, ma in futuro vanno benissimo anche gli avanzi di ciambellone, pan di spagna, o plumcake. I vostri Tartufi di Pandoro saranno altrettanto squisiti e uno tira l’altro! 

Serena vita a tutti e alla prossima ricetta,

Mary

tartufi dolci al fatti con il pandoro

Prepariamo i Tartufi di Pandoro

Deliziosi bonbons, veloci e facili da preparare

TARTUFI DI PANDORO (per 10 – 12 bonbons)

1 fetta di pandoro (o avanzi di ciambellone, pan spagna, plumcake ecc.)

formaggio cremoso q.b. (un paio di cucchiai abbondanti)

un paio di cucchiai di cacao amaro

50 g di cioccolato fondente

1 cucchiaino di olio di semi di girasole

zuccherini colorati

Procedimento

Riducete in briciole la fetta di pandoro usando le mani o meglio, un mixer. Raccogliete le briciole in una ciotola e unite il formaggio cremoso 1 cucchiaio alla volta. Mescolate con le mani e unite altro formaggio fino ad ottenere un impasto compatto, con il quale potete creare della palline. Prendete un pezzetto d’impasto e rotolatelo tra le mani, creando una pallina. Continuate fino ad esaurimento dell’impasto (dovreste ottenere 10 -12 palline). Mettete in frigo a riposare per 15 – 20 minuti. Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria e unite il cucchiaino di olio quando è quasi completamente fuso. Riprendete le palline dal frigo. Versate il cacao in una ciotolina piccola e rotolate le palline, ricoprendole completamente. Immergete la parte superiore nel cioccolato fuso e mettete nei pirottini di carta. Prima che il cioccolato si sia solidificato, decorate con gli zuccherini colorati. 

Nota

Io non ho aggiunto zucchero all’impasto perché per i gusti della mia famiglia il pandoro è già abbastanza dolce. Se voi amate i dolci più zuccherini, potete aggiungere un paio di cucchiai di zucchero a velo. 

Altri deliziosi bonbon da provare:

Mocha Truffles

Cream Cheese and Coconut Truffles

 

English version

Good morning friends of Un’americana tra gli orsi and happy 2019! It ‘s some time since I’ve been in my virtual kitchen but believe me, I have been cooking quite a lot! This have been an intense and strange period. I feel a bit emptied and I can not find the time or energy to enjoy my passions as I would like to. I don’t want to impose anything on myself for this new year, because in the past I have too often ignored those impositions. I just want to commit myself to “listening” to what my heart and body tell me. That’s all. I’m not going to force myself to the gym, I’m not completely changing my diet, nor am I  going to promise to become tidier… None of this. Only the silent but generous listening of my inner self, whose value I must learn to grasp in its essence. How I’m going to do it I don’t know, but I know that it’s time for me to try.

These Pandoro Truffles are part of the listening process I was telling you about. Yes, because in their simplicity they represent the desire to return to the roots of things. They represent the desire to learn how to recycle food and to make something delicious but also beautiful, because in my opinion, the eye wants beauty, always. Actually, this is a very easy recipe and there are many truffles made with pandoro or panettone on the web. Here you can find my dear and talented friend Francesca’s video recipe.  Well, now there are mine too and I hope someone will like them! “Listening” to myself, I realize that must learn to be braver, even in small things like proposing apparently trivial recipes, which could be useful for someone. If even only one person will make my Pandoro Truffles, it will be a  success for me, because sharing recipes is what inspires my being here and I must never forget that… Listen to  yourself Mary, listen!

Now friends, here is my super easy recipe of Pandoro Truffles, delicious morsels that are prepared in minutes. They are not too sweet and are ideal to serve with coffee, for a chic and delicious after-dinner treat. For now you can use the leftovers of pandoro, survivors of  the past holidays, but in the future you can use any leftover cake, like bundt or sponge. Your Pandoro Truffles will be just as delicious and addictive! 

A lovely life to all and see you at my next recipe,

Mary

PANDORO TRUFFLES (for 10 – 12 bonbons)

Delectable bonbons, made with leftover pandoro or cake

1 slice of pandoro (or leftovers of bundt cake, sponge cake, plumcake, etc.)

cream cheese to need (a couple of heaping spoonfuls)

a couple  tablespoons of  cocoa

50 g  dark chocolate

1 teaspoon sunflower oil

coloured sprinkles

Method

Crumble the slice of pandoro using your hands or, better, a food processor. Collect the crumbs in a bowl and add the cream cheese 1 tablespoon at a time. Stir with your hands and add more cheese until you get a compact dough, with which you can create balls. Take a piece of dough and roll it between your hands, creating a ball. Continue until the dough is finished (you should get 10 -12 balls). Put the balls in the fridge to rest for 15 – 20 minutes. In the meantime melt the dark chocolate in a bain-marie and add the teaspoon of oil when it is almost completely melted. Take the balls out of the fridge. Pour the cocoa into a small bowl and roll the balls in it, covering them completely. Dip the upper part of the bonbons in the melted chocolate and put in paper cups. Before the chocolate has solidified, decorate with the coloured sprinkles.

Note

I have not added sugar to the dough because for my family the pandoro is already very sweet. If you want sweeter bonbons, you can add a couple of tablespoons of icing sugar. 

Other delicious bonbon recipes:

Mocha Truffles

Cream Cheese and Coconut Truffles

la ricetta dei tartufi di pandoro

 

 

 

 

Previous Post Next Post

6 Comments

  • Reply Lisa G gennaio 12, 2019 at 4:25 pm

    Buon anno a te dolce Mary . Imparare ad ascoltarsi è il migliore e più difficile dei propositi !!!!! Sono incantata dai tuoi bonbon, così semplici, eleganti e deliziosi . Un abbraccio

    • Reply unamericanatragliorsi gennaio 12, 2019 at 6:59 pm

      Hai ragione Lisa, non volevo propositi, ma alla fine forse ho scelto il più difficile da mettere in pratica. Ci proverò almeno e forse riuscirò ad imparare qualcosa di più di me stessa… Grazie infinite per i complimenti, ma soprattutto per la tua presenza, che è sempre una gioia per me!
      Ricambio il tuo abbraccio,
      Mary

  • Reply saltandoinpadella gennaio 14, 2019 at 12:19 pm

    Ciao Mary, ben tornata. Dovremmo tutti imparare ad amarci e ad ascoltarci di più. Siamo proprio noi i primi che dovremmo volerci più bene, spesso ci trascuriamo troppo. Sai che io sono una fan sfegatata del riciclo, proprio mi fa venire rabbia vedere il cibo buttato. Io faccio una ricetta simile sia con i biscotti e le merendine che nessuno vuole più. A volte uso la ricotta per compattare il tutto, oppure confettura, o crema di nocciole

    • Reply unamericanatragliorsi gennaio 15, 2019 at 4:52 pm

      Ciao Elena! Hai proprio ragione, bisognerebbe prendersi sempre cura di se…Non dovrebbe essere una cosa eccezionale o imposta. Io mi trascuro tanto ahimè e me ne rendo conto, ma spesso mi lascio prendere dalla routine, dai pensieri, dalle preoccupazioni e metto me stessa in fondo alla lista. Il riciclo del cibo è una “novità” per me. Non che io ami buttare, questo assolutamente no! A casa mia gli avanzi si mangiano sempre e anche con piacere. Sto scoprendo però, nuovi modi per riutilizzare il cibo avanzato, creandone di nuovo e magari anche bello e mi intriga questa cosa. Grazie di cuore per essere passata a trovarmi!
      Ti abbraccio,
      Mary

  • Reply zia Consu gennaio 15, 2019 at 8:33 pm

    Buon anno a te 🙂 Anch’io ho voluto iniziare l’anno senza troppi propositi…voglio ascoltarmi proprio come dici tu e seguire il mio istinto e le mie necessità, senza pressioni.
    Gustosissima idea di riciclo..mi verrebbe da acquistare un pandoro apposta x provare questi tartufini 😛

    • Reply unamericanatragliorsi gennaio 18, 2019 at 10:47 pm

      Consu dobbiamo sostenerci a vicenda, anche se a distanza, nel nostro desiderio di ascoltarci! Sono felice di fare questo percorso insieme a te, seppure in modo diverso e con personalità diverse…Sono certa che riusciremo a conoscerci meglio e ad assecondare i nostri bisogni. Insomma, ci siamo prese un bell’impegno tesoro! Grazie di cuore per la tua presenza!
      Un bacione,
      Mary

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.