Torchioli con ragù di lenticchie

2 Febbraio 2024
torchioli con ragù di lenticchie

I Torchioli con ragù di lenticchie sono un piatto semplice e squisito, preparato con ingredienti del territorio.

Buongiorno! Spero stiate tutti bene e che anche voi come me, sentiate già nell’aria l’arrivo della primavera. Lo so, è presto ancora e soprattutto lo è qui tra gli orsi… Da noi l’inverno è lungo, ma superato il mese di gennaio, c’è una luce diversa, un profumo nell’aria che preannuncia che la stagione primaverile non è più tanto lontana. Anche in tavola, iniziamo a pensare a piatti più salutari, come se volessimo alleggerirci lo stomaco, ma anche la mente, preparandoci a quando toglieremo cappotti e piumoni a favore di abiti più rivelatori. Cerchiamo quindi, di mangiare più sano, eliminando quei “cibi spazzatura” che in inverno spesso ci fanno da comfort food. L’Italia nel Piatto ha come tema i legumi, in vista della giornata mondiale dei legumi il 10 febbraio, ed io per l’occasione ho preparato un piatto tutto vegetale, anzi vegano, i Torchioli con ragù di lenticchie.

Sappiamo tutti quanto siano salutari i legumi e quanto dovremmo mangiarne di più. Gli esperti della nutrizione, raccomandano di consumarli almeno 2 volte alla settimana. Sono ricchissimi di nutrienti, proteine vegetali e rappresentano un’ottima alternativa alla carne. Oltretutto, sono squisiti e versatili, si prestano ad essere cucinati in mille modi. Io ci preparo di tutto, dalle zuppe, ai primi piatti, ma anche degli ottimi burger veg, che a casa mia sono spesso ancora più apprezzati di quelli di carne. In Abruzzo abbiamo legumi di eccellente qualità e da sempre, la cucina povera tipica ne è molto ricca. Famosissime le nostre lenticchie di Santo Stefano di Sessanio, un vero fiore all’occhiello della mia regione. Se voleste saperne di più, ve le racconto in questo articolo.

ragù di lenticchie

Per la rubrica, ho deciso proprio di usare le nostre meravigliose lenticchie, per preparare un ragù, alternativo a quello di carne. In realtà, questa preparazione la faccio piuttosto spesso, perché a noi le lenticchie piacciono tantissimo, ma non l’avevo mai abbinata ad una pasta fresca. Ho scelto di fare i Torchioli, conosciuti anche come Troccoli, perché ho scoperto che questo formato di pasta tipico della Puglia, viene preparato tradizionalmente anche a Chieti e dintorni. Del resto, grazie alla pratica della Transumanza, l’Abruzzo e la Puglia hanno un rapporto culinario e culturale molto speciale. Vi lascio ora alla ricetta dei Torchioli con ragù di lenticchie, che spero vogliate provare, perché vale davvero la pena!

torchioli o troccoli

Prepariamo i Torchioli con ragù di lenticchie

Torchioli con ragù di lenticchie

Primo piatto Cucina abruzzese
Di unamericanatragliorsi Porzioni: 3-4
Preparazione: 1 ora Cottura: 35-40 minuti per le lenticchie + 5 minuti per la pasta

Un primo piatto vegano semplice, genuino e delizioso.

Ingredienti

  • PER IL RAGU' DI LENTICCHIE
  • 200 g di lenticchie piccole secche (per me quelle di Santo Stefano di Sessanio)
  • 1 carota
  • un gambo di sedano
  • una foglia di alloro
  • olio EVO
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 300 g di passata di pomodoro
  • sale
  • acqua bollente q.b.
  • PER I TORCHIOLI
  • 200 g di semola rimacinata di grano duro
  • 100 g di farina di Solina (o altra farina di tipo 1)
  • 150 ml circa di acqua tiepida
  • sale

Procedimento

1

Preparate il ragù di lenticchie. Mettete un generoso giro di olio extravergine d'oliva in una casseruola e fatevi appassire la carota e il sedano tagliati a pezzetti piccoli. Aggiungete le lenticchie, che avrete lavato e scolato e fatele tostare a per qualche minuto, mescolando spesso. Sfumate con il vino bianco e quando evapora la parte alcolica, aggiungete la passata di pomodoro e la foglia di alloro. Mescolate e lasciate cuocere per 5 minuti, poi unite acqua bollente fino a coprire tutto. Salate e cuocete a fiamma bassa fino a cottura delle lenticchie. Se il ragù si secca troppo, unite altra acqua bollente mano mano. Le lenticchie devono risultare morbide ma non disfatte. Tenete da parte.

2

Preparate i torchioli. Mettete la semola e la farina in una ciotola, unite il sale e mescolate. Fate una fontana al centro e mettete metà dell'acqua. Con l'aiuto di una forchetta, lavorate l'impasto, unendo mano mano l'altra acqua fino ad ottenere un panetto omogeneo. Lavorate ora con le mani, prima nella ciotola e poi sul piano di lavoro. Coprite e lasciate riposare per 15 minuti. Riprendete il panetto, stendetelo non troppo sottile (3-4 mm) e tagliate con l'apposito attrezzo. Se non avete l'attrezzo di legno per i torchioli, tagliate delle fettuccine non troppo larghe, a mano oppure con la macchina per la pasta. Stendete su un vassoio o sul piano di lavoro e infarinate per non farle attaccare. Tenete da parte.

3

Cuocete i Torchioli (o le fettuccine) in abbondante acqua bollente salata fino a quando vengono a galla. Nel frattempo riscaldate il ragù di lenticchie. Condite la pasta con il ragù e servitela calda con abbondante pecorino o parmigiano grattugiato.

torchioli con ragù di lenticchie

Serena vita e alla prossima ricetta!

italia nel piatto abruzzo

Di seguito le altre ricette con i legumi della rubrica. Seguiteci anche su Facebook e Instagram!

Piemonte: La panissa vercellese

Liguria: marò di fave

Lombardia: Zuppa rustica con i Fagiolini dall’occhio di Pizzighettone, i”Fasulin de l’oeucc”

Trentino-Alto Adige: https://profumiecolori.blogspot.com/2024/02/crema-di-fagioli-con-involtino-di-verza.html

Veneto: Radici e fasoi, insalata di radicchi e fagioli

Friuli-Venezia Giulia: Zuppa di orzo e fagioli

Emilia-Romagna: Pancetta e piselli

Toscana. Fagioli con l’occhio (o dall’occhio o dell’occhio) all’aretina

Umbria: Insalata di fagioli diavoli rossi con patate e cipolle

Lazio:  Crespelle con farina di ceci

Molise: Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte

Campania: Zuppa di lenticchie e friarielli

Puglia: Ceci e funghi cardoncelli della Murgia

Basilicata: Cicerchie ricetta lucana con i cavatelli

Calabria: Lagane e ceci alla calabrese

Sicilia: Minestra di Lenticchie Siciliana

Sardegna: Il minestrone di lunga vita della famiglia Melis di Perdasdefogus

8 Commenti

  • Rispondi
    Daniela
    2 Febbraio 2024 a 3:03 pm

    Un primo piatto appetitoso. Io adoro il ragù di lenticchie 🙂

  • Rispondi
    simona milani
    2 Febbraio 2024 a 4:34 pm

    Mamma mia, che primo piatto da urlo! Aspettami che arrivo con un buon vinello, ehehehe 😉

  • Rispondi
    carla emilia
    2 Febbraio 2024 a 6:06 pm

    Il ragù di lenticchie mi piace molto e la pasta è un capolavoro. Alla prima occasione proverò a fare i torchioli 🙂

  • Rispondi
    marina
    4 Febbraio 2024 a 8:17 am

    Si Mary la sento anch’io quest’aria di primavera, respirare quest’aria particolare mi mette tanto buonumore, che bello! E che bella la tua ricetta. Bellissimo l’attrezzo per la pasta e interessante il ragù di lenticchie, voglio provare a farlo, sono sempre invitanti le tue ricette! Un abbraccio

  • Rispondi
    Milena
    4 Febbraio 2024 a 7:51 pm

    Proprio oggi davvero si sentiva aria di primavera passeggiando sul mare!
    Mery i torchioli li adoro, ho anch’io quell’attrezzo ma è da un pò che non lo tiro fuori! Mi hai dato una bella idea con le lenticchie che preparo spesso ma con altri tipi di pasta! Ciao!

  • Rispondi
    Natalia
    5 Febbraio 2024 a 4:17 pm

    Questa pasta è molto simile alla maccaronara avellinese. L’attrezzo ce l’ho! Non mi resta che replicare e preparare questo fantastico ragù.

  • Rispondi
    Elena
    5 Febbraio 2024 a 6:38 pm

    Questo piatto è davvero invitante, una forchettata la vorrei subito! Quel matterello ce l’ho pure io…. non ho resistito all’acquisto! un abbraccio!

  • Rispondi
    Tina
    6 Febbraio 2024 a 9:22 am

    Una pasta bellissima con un ragù gustosissimo.

  • Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.