Ricette Abruzzesi/ Ricette Abruzzesi Dolci/ Ricette Dolci

I VISCIOLI…LE GEMME DELLE ANZIANE ZIE

La ricetta di cui vi parlo oggi amici, è legata a vecchi ricordi della mia infanzia. Quando ero piccola e i miei nonni materni erano ancora di questo mondo, insieme alla mia famiglia venivamo a trascorrere le vacanze estive in Italia, ogni tre o quattro anni. Mia madre aveva bisogno di rivedere i suoi cari e noi avevamo l’opportunità di godere dell’affetto dei nostri parenti così lontani…Mio padre ci lasciava andare, rimanendo a lavorare e noi spensierati, apprezzavamo ogni momento di queste lunghe vacanze. Una delle cose che ricordo con più nostalgia, sono le visite che facevamo ad un’anziana zia del mio papà, zia Iduccia. Lei era piccolina, sorridente e simpatica,oltremodo generosa con tutti. Parenti, vicini di casa e chiunque avesse bisogno, lei era sempre pronta ad aiutarli. Era una donna semplice zia Iduccia. Non aveva avuto figli, ma l’amore che aveva nel suo cuore, lo ha riversato su tutti i suoi nipoti! Quando andavamo da lei, ci accoglieva con quel suo sorriso ampio. Ci faceva sedere nella sua umile cucina e andava a prendere un barattolo dalla sua credenza. Prendeva delle tazzine da caffè e da quel barattolo raccoglieva gemme preziose e ce le offriva con tanto affetto. Quelle gemme erano i suoi “viscioli”, meravigliose amarene lasciate macerare nello zucchero e tenute al sole per 45 giorni! Una delizia che scalda l’anima…
 
Nota: Sebbene io sia consapevole che le amarene siano ormai fuori stagione, i miei “viscioli” si sono approntati in questi giorni, così ho voluto condividere questa antica ricetta con voi. Sarete pronti per l’estate prossima!
 
 
I Viscioli
 
amarene
zucchero q.b
 
Lavate delicatamente le amarene e tagliate il picciolo, lasciando un pezzettino attaccato al frutto. Non dovete staccarlo. Mettete le amarene in un barattolo di vetro pulito e ricoprite completamente di zucchero. Chiudete il barattolo e mettete al sole per 45 giorni (lo zucchero dev’essere completamente sciolto). Gustate con un po’ del loro liquido. Sono deliziose da sole ma anche con il gelato.
 
 
 
The recipe I’m going to give you today, my friends, is linked to precious memories of my childhood. When I was a kid, every three or four years, me and my family would spend our summer vacation in Italy. My mother’s parents were still alive at that time and so we had the opportunity to be with them and with our relatives. My father stayed at home, while we enjoyed every single moment of these long vacations. One of the things I remember with nostalgia, is the time we spent visiting one of my father’s aunts, zia Iduccia. She was tiny, always smiling and very kind. She was a very generous person, always ready to help whoever was in need. She had no children, but the love she beared in her heart was given to all her nieces and nephews, whom she adored. When we went to her home, she welcomed us with her wonderful smile. She made us sit down in her humble kitchen and she always went to her cupboard and got a jar and some small coffee cups. The jar contained precious “jems”, which she served us in the small coffee cups. These “jems” were sour cherries, covered with sugar and left in the sun to macerate for 45 days! A soul warming delicacy…
 
I “Viscioli” (sour cherries)
 
sour cherries
sugar to need
 
Wash the sour cherries and cut the stem at the base of the fruit. Don’t pull it off. Put the cherries in a clean jar and completely cover with sugar. Close the jar and put in the sun for 45 days (the sugar should be completely dissolved). Serve a few of these cherries along with their liquid, alone or with some ice-cream.
 

 

39 Comments

  • Reply
    Anna Rita Granata
    settembre 5, 2014 at 10:52 am

    Buongiorno Mery…che post pieno di dolcezza e di amore, proprio come i tuoi viscioli. Seppur sia semplice come ricetta, la rende comunque speciale per i ricordi a lei legati…grazie per averla condivisa con noi, nonostante le amarene siano fuori stagione…ci hai reso partecipi di un dolcissimo ricordo. E’ proprio questo il bello della condivisione 🙂
    un abbraccio grande <3

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:44 pm

      Grazie Anna Rita cara…sono una persona nostalgica…I dolci ricordi del passato diventano sempre più importanti per me…sarà l’età? Un abbraccio grande anche a te e buon weekend, Mary

  • Reply
    Maira
    settembre 5, 2014 at 11:17 am

    E’ straordinario quanto alcune cose possano riportare alla mente dolci ricordi… Commuovente il tuo racconto, e anche il fatto che tu porti avanti questa tradizione.

    Maira

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:46 pm

      Grazie di cuore Maira, per le tue gentilissime parole! Baci, Mary

  • Reply
    Michela Sassi
    settembre 5, 2014 at 12:31 pm

    Mary, che bello leggere dei tuoi ricordi d’infanzia, e che ancora oggi ti accompagnano con tanto amore… sei dolcissima!
    Adoro le amarene… e questa tua ricetta non posso farmela scappare!
    Un bacione

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:48 pm

      Sei davvero un tesoro Michela…grazie a te per la tua gentilezza! Un bacione grande, Mary

  • Reply
    Ely Mazzini
    settembre 5, 2014 at 1:09 pm

    Che bei ricordi Mary e che delizia questi viscioli, segno la ricetta per la prossima stagione…grazie!!!
    Buon pomeriggio…

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:49 pm

      Gli anni passano ma i ricordi restano…Grazie di cuore Ely e un abbraccio forte, Mary

  • Reply
    Sabrina Rabbia
    settembre 5, 2014 at 1:29 pm

    MAMMA MIA COSA VEDONO I MIEI OCCHI, LE CONOSCO BENE, MI PIACCIONO TANTO, LE FA SEMPRE MIA SUOCERA!!!LE RICETTE DI UNA VOLTA SONO SEMPRE LE MIGLIORI. GRAZIE PER AVER CONDIVISO CON NOI I TUOI CARI RICORDI!!!SEI DOLCISSIMA!!!BACI SABRY

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:50 pm

      Anch’io li adoro Sabrina…potrei mangiarne fino a sentirmi male! Grazie a te cara per la tua affettuosa presenza! Bacioni, Mary

  • Reply
    angela bartolomeo
    settembre 5, 2014 at 2:35 pm

    Ciao Mary, mi hai fatto ripensare alle visciole della mia infanzia…. un ricordo dolce, dolce, come il tuo. E come hai reso bene il vintage-ricordo con la tua foto!!
    A presto;))

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:52 pm

      Chissà perché le cose semplici ci evocano sempre ricordi così dolci…Ti ringrazio tanto Angela! Un bacione, Mary

  • Reply
    Erica Di Paolo
    settembre 5, 2014 at 2:53 pm

    Sembra di sentire parlare papà ^_^
    Grazie per queste emozioni. Sono fantastiche!!!!

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:55 pm

      Sei carinissima Erica! Sono felice che ti sia piaciuto il mio “amarcord”! Un abbraccio forte, Mary

  • Reply
    Ileana Pavone
    settembre 5, 2014 at 2:54 pm

    Meraviglioso questo post, dolcissima Mary…:)
    ..e la prima foto mi piace troppo, bravissima tesoro! :*

    Un forte abbraccio <3

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:57 pm

      Ileana credimi, le tue parole mi hanno fatto emozionare…grazie piccolina, sei un tesoro! Ti abbraccio forte forte, Mary

  • Reply
    Laura Carraro
    settembre 5, 2014 at 4:12 pm

    Ciao, sei riuscita con semplicità e naturalezza a risvegliare anche i miei ricordi di bellissime vacanze da parenti lontani…….buonissima ricetta, con il valore aggiunto della tradizione e dell’affetto, che le tue bellissime foto hanno reso ancor più particolare!!!
    Baci

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 8:59 pm

      Quanto sei carina Laura!! Le tue parole mi riempiono di gioia…Grazie infinite, Mary

  • Reply
    Valentina
    settembre 5, 2014 at 5:08 pm

    Che bello il tuo racconto mi ha fatto emozionato! E ricordate coi sapori ancora di piu

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 9:01 pm

      Troppo buona Valentina!!! Grazie di cuore, Mary

  • Reply
    Simo
    settembre 5, 2014 at 7:24 pm

    adoro le ricette della tradizione e del ricordo….questi viscioli devono essere favolosi!
    Un abbraccio e buon fine settimana

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 9:02 pm

      Sono davvero buoni Simona…un sapore semplice, di altri tempi…Grazie cara, sei sempre gentilissima! Un bacio, Mary

  • Reply
    Cucina Teorica
    settembre 5, 2014 at 8:28 pm

    My relatives hardly come over, but my grandmother used to come at least twice a year and bring all sorts of goodies! I like your visciole and when you eat them, they probably bring back all these sweet memories
    Isabel

    • Reply
      Mary
      settembre 5, 2014 at 9:08 pm

      Yes Isabel…when I prepare the sour cherries, and control them for more than 40 days, and then when we finally eat them, the memories start to flow and my heart is full of emotion and nostalgia…Thank you dear, you are a sweetie! Good night, Mary

  • Reply
    carmencook
    settembre 6, 2014 at 8:50 pm

    Adoro le ricette tramandate!! Complimenti Mary le tue visciolile sono invitantissime!!!
    Un mega bacio e buon fine settimana
    Carmen

    • Reply
      Mary
      settembre 9, 2014 at 2:16 pm

      Grazie mille Carmen, anche a me piacciono tantissimo le ricette della tradizione…soprattutto quelle di famiglia, magari un po’ dimenticate, ma che fanno riaffiorare ricordi teneri! Un bacio anche a te cara! Mary

  • Reply
    Chiara Setti
    settembre 7, 2014 at 4:21 pm

    Mary che bello che hai condiviso con noi questa ricetta…e che belle foto! rendono proprio l’idea di una ricetta di famiglia!!! un bacione

    • Reply
      Mary
      settembre 9, 2014 at 2:17 pm

      Che gentile che sei Chiara…grazie di vero cuore!! Ti abbraccio forte, Mary

  • Reply
    Beatrice De Cristofaro
    settembre 9, 2014 at 2:07 pm

    Semplicemente favolosi!!! Come tutte le tue ricette, del resto!!! Bacioni

    • Reply
      Mary
      settembre 9, 2014 at 2:19 pm

      Dolcissima Bea…Grazie infinite tesoro! Trovarti qui è una gioia immensa! Tanti baci, Mary

  • Reply
    Barbara Froio
    settembre 9, 2014 at 8:41 pm

    Adoro le ricette racchiuse nel cassetto dei ricordi, sanno non di nostalgia, ma di amore e di affetto. Grazie di questa golosa condivisione.

    • Reply
      Mary
      settembre 11, 2014 at 9:48 pm

      Grazie mille Barbara…sono assolutamente d’accordo con te! Un bacione, Mary

  • Reply
    Chiarapassion
    settembre 11, 2014 at 9:37 pm

    Mary questo post è poetico non solo per le bellissime foto ma soprattutto per le tue parole così sentite e così vicine a ricordi belli <3
    Ti abbraccio
    Enrica

    • Reply
      Mary
      settembre 11, 2014 at 9:50 pm

      Grazie infinite Enrica, le tue parole mi scaldano l’anima…Un abbraccio forte anche a te, Mary

  • Reply
    sfizi e capricci by lauretta
    settembre 12, 2014 at 8:46 am

    ciao cara Mary,
    stupendo questo tuo post pieno di affetto e ricordi….è vero che ci sono ricette che restano per sempre nel ns cuore….bravissima come sempre
    Un bacione
    Laura

    • Reply
      Mary
      settembre 13, 2014 at 6:07 pm

      Ciao Lauretta! Quando le ricette sono legate agli affetti veri, lasciano il segno…e il ricordo è sempre vivo! Grazie di cuore e un abbraccio, Mary

  • Reply
    Günther
    settembre 21, 2014 at 1:49 pm

    meno male che c’erano le zie, sono tra le preparazioni più golose che io ricordo 🙂

  • Reply
    Paola
    dicembre 26, 2015 at 8:08 am

    Bellissimi ricordi Mary e che buone ciliegie!

    • Reply
      unamericanatragliorsi
      gennaio 1, 2016 at 3:29 pm

      Grazie di cuore Paola…baci, Mary

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.